Dic '15
17
Utero in affitto, da Ue minimo sindacale
PDF Stampa E-mail

Apprezziamo che l’Unione Europea, ancora una volta, abbia ribadito il divieto alla maternità surrogata e abbia invitato gli stati membri a considerarla come “questione di urgenza” nei diritti umani. Ci sembra però si tratti del minimo sindacale: è infatti stato bocciato l’emendamento che proponeva interventi  più incisivi.

Non è stato fatto, quindi, nessun concreto passo avanti rispetto a una risoluzione approvata già qualche anno fa in cui si chiedeva agli stati membri di “riconoscere il grave problema della surrogazione di maternità che costituisce uno sfruttamento del corpo e degli organi riproduttivi femminili” attraverso cui le donne e i bambini “possono essere considerati merci sul mercato internazionale della riproduzione”.  Ci saremmo aspettati, questa volta, un invito agli stati membri a mettere in pratica la risoluzione del 2011 e a legiferare  contro questa pratica.