Ott '15
27
Nozze gay, Consiglio di Stato ribadisce famiglia uomo-donna
PDF Stampa E-mail

La sentenza del Consiglio di Stato che dichiara illegittime le trascrizioni in Italia dei matrimoni gay contratti all’estero, ribadisce ancora una volta quello che  la Consulta ha già affermato con chiarezza, e cioè che la nostra Costituzione stabilisce che il matrimonio è solo fra un uomo e una donna.

La sentenza dovrebbe avere un riflesso immediato sul ddl Cirinnà, che prevede la stepchild adoption, cioè l’adozione del figlio del partner; secondo la legge l'adozione può avvenire solo all’interno di coppie sposate, e quindi -stando alle sentenze della Consulta e del Consiglio di stato- eterosessuali. Decisioni come quella recente del tribunale di Roma, che ha esteso l'adozione  alle convivenze omosessuali, sono quantomeno fantasiose, e aspettiamo con fiducia che la Corte di appello ristabilisca il rispetto della Costituzione.